Asilo nido da 0 a 3 anni Brescia HAPPY BABY e un asilo nido che offre un’educazione non solo valida e completa, ma anche culturalmente “aperta”e vissuta in un ambiente internazionale (il tutto, naturalmente, senza dimenticare che questi piccoli dovranno ricevere le basi migliori per potersi poi, con tutta la probabilita, inserire felicemente nella comunita).

L'asilo nido bilingue innovativo a Brescia, affidandosi a un progetto pedagogico ben preciso, volto a valorizzare al massimo l’apprendimento, ma al tempo stesso garantendo ai piccoli del nostro asilo nido privato il massimo del divertimento e della serenita, asilo nido offre uno spazio educativo familiare ed accogliente, e contemporaneamente dinamico e stimolante: asilo nido e un luogo nel quale possa essere veramente bello crescere!

Le mamme del nostro asilo nido dicono di noi: mamma di Giulia: Le educatrici del asilo nido privato Happy Baby sono molto brave e la struttura e al passo coi tempi..Abbiamo la webcam!!

ma a mio parere il quadernino digitale on-line e utilissimo!!quando torni a casa sai gia che giornata ha passato il tuo bimbo.

Credo che vedere Giulia felice e serena quando la sera la riporto a casa, e la riprova che al nido trova l'affetto di una famiglia..Grazie a tutte: Gloria,Valeria,Deborah e Oksana. Mamma di Adolfo: Da quando Adolfo ha incominciato il nido e migliorato moltissimo,mangia di piu, e piu socievole.

Ringrazio Gloria,Valeria e Oksana per la loro disponibilita. E ora c'e anche la webcam, fenomenale..Posso sbirciare il mio piccolino anche quando non e vicino.

338 700 68 69
Lunedi - Venerdi: 07.00 - 19.00
Sabato: su richiesta
Domenica: Chiuso

SVEZZAMENTO . Dalle prime pappe alla tavola dei grandi

09 agosto 2011, 21:25
SVEZZAMENTO . Dalle prime pappe alla tavola dei grandi

BPH087Schematizzando, i momenti chiave dello svezzamento sono questi:
- introduzione delle prime pappe, più o meno a 6 mesi;
alimentazione complementare, almeno fino a 1 anno, con la proposta graduale di alimenti nuovi oltre al latte materno;
- dopo l’anno, progressivo affermarsi dei cibi solidi;
- intorno ai 2 anni, conquista del pasto “adulto” pluriportate.

6 mesi
Il latte della mamma è l’alimento perfetto per ogni neonato, al punto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di prolungare l’allattamento esclusivo al seno fino ai 6 mesi. Dopo questo periodo al piccolo occorre un po’ di energia in più, e questa necessità aumenta progressivamente con la crescita.

Inoltre, dopo i 6 mesi, cresce il bisogno di ferro, e c’è una maggiore necessità di zinco e di vitamine. Ne deriva l’esigenza di affiancare al latte alimenti ad alta densità nutritiva.
Abituato al calore del seno il bimbo si trova a fare i conti con il cucchiaino, deve utilizzare la lingua e il palato:dunque è normale che le reazioni alle prime pappe non siano generalmente di grande entusiasmo. 
7-12 mesi
Il ventaglio degli alimenti complementari si allarga, ma sempre con gradualità, in modo da rendere più facile individuare la causa di eventuali reazioni allergiche. 
Dagli 8-9 mesi in poi, puoi dargli gli alimenti “normali”, preparandoli ad hoc per il piccolo: la frutta potrà essere grattugiata, la verdura passata o in purea, la carne tritata. Quanto al ritmo dei pasti principali, fino ai 10 mesisarà: una pappa a mezzogiorno, una alla sera e latte al seno per il resto della giornata. Se dovesse gradirlo, dal 9° mese puoi anche proporgli uno spuntino a base di frutta o yogurt. 
Dal 10°-11° mese i pasti complementari al latte materno possono diventare tre, con l’aggiunta di uno spuntino. 
Passati i primi 12 mesi il cucchiaino è ormai diventato uno strumento che lui padroneggia con discreta abilità e non è raro che il bimbo non voglia più essere imboccato. 
Dopo l’anno, terminata la fase più delicata dello svezzamento, il tuo piccolo può mangiare quasi di tutto e diventa importante fargli acquisire abitudini alimentari corrette. 
Fai mangiare il tuo piccolo con il resto della famiglia: condividere il momento del pasto ha soprattutto il senso di farlo partecipe del clima familiare che si crea a tavola, dandogli la possibilità di osservare gli adulti, di confrontarsi e, in sostanza, di imparare. I pasti, sempre quattro, a questo punto vanno proposti a orari regolari. Senza forzare, abbandona gradatamente il pasto monoportata per suddividerlo in un primo e in un secondo piatto. 
Il primo piatto deve apportare una giusta quantità di amido, oltre che di sali minerali e vitamine; le verdure, a pezzettini, si devono affiancare al secondo a base di carne, pesce o altri alimenti proteici. Di tanto in tanto, proponi comunque anche un piatto unico, dalla composizione completa ed equilibrata, fondato sulla preziosa associazione di cereali e legumi.
A 2 anni il tuo bambino può essere un mangione o, ad esempio, tutto il contrario. 
Nel primo caso è probabile che la composizione dei pasti principali sia inadeguata e insufficiente a soddisfare il suo bisogno di energia. Occorre rivedere la dieta nel suo complesso, ma no ai fuori pasto: aprirebbero la strada ad abitudini scorrette.
Se, all’opposto, tuo figlio dovesse mangiare poco, non è un problema: dal secondo anno di vita, quando la crescita prende un ritmo più lento, è normale che dimostri meno appetito. Il segreto è rispettare le sue manifestazioni spontanee di gusto e appetito.

Copyright © Asilo bilingue - Asilo nido brescia



Asilo Nido "Happy baby"
Happy Baby in Cascina
INDIRIZZO ASILO
HAPPY BABY
via Foro Boario 38
25100 Brescia

tel. 338 700 68 69
Sede legale: HAPPY BABY s.r.l.
UNINOMINALE
P.Iva e C.F 03148410982
via Moretto 18
Castel Mella (Bs), 25030
capitale sociale €15.000
2011 © - 2019 Asilo nido a Brescia bilingue "Happy Baby". Sito creato da "RiccoMedia".
Asilo nido Brescia Happy Baby on Google Publisher Asilo nido Brescia Happy Baby on Google Profile Asilo nido Brescia Happy Baby on Google